Progetto Robotica e Scuola Obbligatoria

Riferimenti

Terminato PReSO, inizia PReSO 1.1

Con la giornata di studio organizzata dal progetto PReSO al DFA il 12 aprile questo progetto, durato 3 semestri, si conclude. Da questo ne nascerà un altro che, grazie alle osservazioni scaturite, potrà essere offerto ai docenti e alla sedi di SE/SI con un percorso di formazione continua più snello, con un prestito di robot educativi selezionati, degli itinerari costruiti…

Save the date

Giornata di studio sul tema del pensiero informatico a scuola obbligatoria ovvero per una costruzione di competenze nella cultura digitale. Locarno, Dipartimento Formazione e Apprendimento il mercoledì 12 aprile 2017 dalle 9.00 alle 17.00 Al mattino interventi di formatori ed esperti. Al pomeriggio atelier pratici tenuti da docenti che operano con/per le tecnologie nella scuola (scuola dell’infanzia, elementare e media).…

Un nuovo digital divide e il ruolo della scuola

Con il termine digital divide si definisce il divario esistente tra chi ha accesso alle tecnologie digitali (soprattutto al computer e a internet) e chi ne è escluso per esempio per motivi economici, d’istruzione, differenza d’età, mancanza d’infrastrutture e così via. L’ esclusione  può avere come effetto l’aumento delle diseguaglianze economiche già esistenti e incidere in modo drammatico sull’accesso all’informazione. Oltre…

Una didattica per progetti

Nell’ambito pedagogico si pone da sempre un problema centrale: come portare, alla nuova generazione, i saperi e le conoscenze elaborate dalla nostra cultura. Le teorie psicologiche ci hanno definitivamente convinto che l’insegnamento non produce direttamente, nell’allievo, un apprendimento. L’insegnante organizza, prepara, propone situazioni adeguate, ma sarà la mente dell’allievo che dovrà costruire, interiorizzare i contenuti presentati. Questo processo di acquisizione…

Il pensiero informatico nei piani di studio

Le tecnologie, l’informatica e il pensiero informatico hanno acquisito negli ultimi anni sempre più importanza e sono stati riconosciuti come meritevoli di attenzione anche da parte della scuola e quindi da proporre nell’ambito della formazione generale. Nel nuovo piano di studio della scuola dell’obbligo ticinese, approvato dal Consiglio di Stato del Canton Ticino lo scorso mese di luglio (vedi risoluzione…

Uso dei robot e didattica per progetti

Nel post precedente si è spiegato come il pensiero informatico può essere insegnato usando i robot. Ma perché proprio i robot e non un buon manuale di informatica? La riflessione che sta alla base di questa scelta si basa sui fondamenti teorici dell’apprendimento che possiamo trovare nel costruzionismo di Papert. Secondo il costruzionismo di Papert, che si rifà al costruttivismo…

Pensiero informatico ≠ Programmazione

Quando si parla di pensiero informatico e della sua importanza spesso si assiste a delle misconcezioni da parte dei non addetti ai lavori. Due scorrette equazioni spesso presenti sono “informatica = uso del computer” e “pensiero informatico = programmazione”. Questo ha portato inevitabilmente a pensare ai corsi di informatica come corsi dove si insegna l’uso delle tecnologie e la loro…